VADOMANONTORNO

Logo Vadomanontorno

Cosa fare in Valsesia: Tra degustazioni di vini e adrenalina con gli amici

La Valsesia è la meta perfetta per ogni Millennial che ha voglia di fare un weekend diverso dal solito e alternativo. Ecco quindi cosa fare in Valsesia in weekend.

Cosa fare in Valsesia

Valsesia è una valle piemontese, esattamente situata nella provincia di Vercelli. Quest’area è considerata la più verde d’Italia, è attraversata dal fiume Sesia e dal 2013 è patrimonio Rete geoparchi globale dell’UNESCO. Soprattutto è la meta perfetta per un weekend all’insegna del relax, del gusto, del buon vino e dell’adrenalina tutto in una volta. In quest’articolo ti racconterò il mio folle weekend in Valsesia per raccontarti tutte le bellezze e le esperienze imperdibili di questa zona. Prendi carta e penna perché c’è davvero tanto da fare.

Visitare la Valsesia

Partiamo dal fatto che mai mi sarei immaginata di innamorarmi della montagna così tanto dopo essere stata in Valsesia. Dopo tutta questa premessa ti starai chiedendo “ho capito l’entusiasmo, ma quindi che si fa in Valsesia?”. Si fanno davvero tantissime attività, quella che più ci piace sicuramente è mangiare. Questa zona piemontese offre una vasta scelta di prelibatezze made in Italy da “leccarsi i baffi” direbbe Leila (il mio gatto) ma noi facciamo pure la scarpetta nel piatto. D’altronde se è buono è il gesto migliore per apprezzare quanto si è appena consumato. Tra le prelibatezze più conosciute abbiamo la Toma, il burro d’Alpeggio, il pane di segale e il salame di vacca (da non perdere).

Il tour culinario non si limita solo ai piatti tipici ma anche ai vini piemontesi della zona e alle birre artigianali. Infatti si possono fare molte visite a cantine e birrifici per delle degustazioni memorabili che sono certa amerete. Per me è stato così e ve le ripropongo perché sono davvero eccezionali. 

Oltre al mangiare e al bere possiamo abbinare il soggiorno in questa zona con attività di tutto rispetto che variano dalle cooking class agli sport più adrenalinici. Per chi ama stare all’aria aperta sicuramente esistono dei tour outdoor di trekking e bike ma anche delle attività super divertenti e adrenaliniche. Queste ultime sono perfette per chi vuole fare un weekend di gruppo tra amici. Una parolina alle ragazze che spesso desistono dal fare determinate attività, se mi seguite da molto tempo sapete che io sono anti sport per eccellenza, queste attività che vi sto proponendo le ho fatte personalmente. Ragazze non perdetevi l’occasione perché mi sono pentita di non averle mai fatte prima, se ce l’ho fatta io ce la possono fare davvero tutti e soprattutto il divertimento è assicurato. Andiamo per ordine e passo dopo passo vi spiegherò ogni dettaglio.

5 esperienze imperdibili da fare in Valsesia

Il bob più ripido e adrenalinico d’Europa

Sicuramente è un’esperienza particolarmente adrenalinica ma si può tranquillamente fare in totale sicurezza. Tanto da essere alla portata dei bambini. Si chiama Fun Bob e io l’ho provato ed è stato troppo divertente. Scendere in velocità non è proprio la mia passione ma con questo bob puoi modificare tu la velocità e scegliere se farlo super fast oppure un po’ più lentamente come me (non troppo prima che si ferma e, come me, mi sono dovuta far dare la spinta da Deborah per ripartire).

Il Fun Bob è lungo 1 km con u n dislivello di 250 m. Arriva a una velocità massima di 40 km/h. Il tempo di percorrenza varia dalla velocità con cui si procede e può tra tra i 2 e i 5 minuti. Lo slittino è fissato ad una monorotaia e sono tutte monoposto con cintura e freni. Se piove il bob non potrà essere usato.

Cooking Class Valsesiano

Decisamente una delle attività più divertenti e non serve essere degli chef per partecipare, anzi tutt’altro. Con l’aiuto di Alice, una dei proprietari del rifugio Alpe Campo, cucinare i piatti tipici valsesiani sarà una passeggiata. Con lei potrai conoscere tutti i prodotti tradizionali della zona e anche tutto ciò che le montagne valsesiane hanno da offrire in natura. Tutti i piatti che abbiamo cucinato insieme li troverai descritti qui ….

Il mio preferito è stato il risotto col tarassaco e gorgonzola e la bergurta, una sorta di torta salata con cipolla, toma, speck e mele. Una goduria indescrivibile. 

Dopodiché abbiamo potuto fare una degustazione di tutti i piatti che abbiamo cucinato accompagnato da tre diverse birre prodotte da birrifici locali. Una era rossa (ovviamente la mia preferita) senza glutine, un’altra era alla genziana e l’ultima una birra fumé. Per finire abbiamo bevuto una tisana alla malva (con vere foglie di malva raccolte sulle splendide montagne valsesiane).

La cooking class è perfetta anche per chi è celiaco o vegetariano. 

Rafting sul fiume Sesia

Questo è uno degli sport fluviali più adrenalinici. Per me, qui in Valsesia, è stata la prima volta ed è stato super divertente. Non nascondo che, quando mi hanno chiesto di provare quest’esperienza, continuavo a chiedermi ‘Ma a me chi me lo sta facendo fare?’. Alla fine mi sono pentita di non averlo fatto prima. 

Io sono stata al Centro Rafting Valsesia Sport a Scopello. Qui ho trovato un ambiente giovanile, dinamico e internazionale dove mi sono sentita subito a mio agio, fattore molto importante vista l’ansia iniziale. All’arrivo dovrai fare il check-in e dopodiché ti daranno una muta da indossare. Quindi sarà necessario portarsi un cambio da indossare finita l’esperienza. 

In questo centro ci sono dei comodi spogliatoi con bagno e docce caldi. Aggiungerei anche che sarà necessario indossare un costume sotto la muta e delle scarpe sportive che si possono rovinare o comunque bagnare. Se si va durante la stagione primaverile si può indossare una maglia di pile o termica (no assolutamente di cotone) perché l’acqua è un po’ freschina. 

Dopo la vestizione ci fa un briefing dove una guida darà indicazioni precise su come si fa rafting. Quindi mostra al gruppo le varie tecniche per pagaiare  (non si dice remare, mi raccomando) e come muoversi in caso si dovesse finire in acqua. Niente paura comunque, seguendo le istruzioni non ci saranno problemi di alcun tipo e il divertimento è assicurato.

Finito il briefing si verrà trasportati sulla riva del fiume Sesia, ci si bagnerà per abituare il corpo alla temperatura dell’acqua e via sul gommone. Il Sesia non è un fiume pericoloso, il livello di difficoltà è di 3/4

Viene percorso un tratto di fiume di circa 7Km e per ogni gommone possono salire fino a un massimo di 7 persone. Di solito si esce con due gommoni quindi se si vuole fare un bel gruppo si può arrivare fino a 14 persone. Gettonatissimo per gli addii al celibato ma io suggerisco anche al nubilato che per noi ragazze anche è top. Se si vuole si può anche optare per altre attività fluviali come il kayak o l’hydrospeed. Come guida di kayak troverai anche Valeria, che è parte del team di Vado on the Road per il progetto di cui ti parlerò alla fine.

Cantine e Enoteche Piemontesi

Siamo in montagna e in Piemonte era ovvio che non mi sarei persa una degustazione di vini. Per questa esperienza io e Deborah, esperta di vini e gastronomia e che è anche lei parte del team di questo progetto, siamo state invitate da Cantine a Casa. 

Si tratta di un’enoteca dove, in base alla stagione, troverai moltissime varietà di vini piemontesi locali con assaggi studiati apposta per godere al massimo dell’esperienza gustativa.

L’accoglienza di Giuseppe e Cristina è impeccabile, dei perfetti padroni di casa che ci hanno fatto sentire subito a nostro agio. La passione e l’amore che ci mettono nel loro lavoro arriva fin oltre oceano. 

La degustazione sono aperte in ore diurne tranne il sabato che è possibile farla anche la sera se si ha un numero superiore a 10 persone. La domenica al momento è chiusa.

Gusto e tradizioni antiche Piemontesi

In Valsesia si possono trovare le migliori esperienze culinarie e caserecce che sono state tramandate da generazione in generazione. I piatti hanno una storia molto antica e influenzati anche da popolazioni che hanno dato origine a ciò che si conosce oggi della cucina locale. 

Una di queste popolazioni sono i Wailser, di origine germanica, che anticamente si sono stabiliti in Alta Valsesia. Noi per esempio abbiamo assaggiato la Wallisshuppa che è una tradizionale zuppa di origine Wailser super buona. 

La varietà dei prodotti locali è infinita, una di queste è la famosa Toma e anche il salame di vacca. Tra i piatti che ho amato di più c’è stata la polenta concia con la cipolla caramellata, lo strudel salato con ricotta Valsesiana accompagnato da una composta di mele. Tutto accompagnato da un Nebbiolo Valsesiano che è stato il perfetto accostamento per questi piatti. 

Alloggio insolito in Valsesia

Come ogni destinazione ci sono presenti tantissime soluzioni tra appartamenti, B&B e hotel vari. Questa volta, però, voglio raccontarti la mia esperienza avuta in una location pazzesca. In vita mia non avevo mai fatto un’esperienza simile, l’esperienza è stata indimenticabile. Si tratta della StarsBox, una casetta di legno col tetto panoramico che ti permette di toccare il cielo con un dito.

Quando sono andata ho avuto la fortuna di beccare un tempo bellissimo, col cielo limpido e pulito. Le stelle erano luminosissime e addirittura abbiamo potuto ammirare la Via Lattea. Il contatto con la natura a 360° ed è stato davvero rigenerante. Consigliato proprio per chi vuole concedersi un momento di pace e serenità senza pensieri.

La Starsbox è dotata di tutti i comfort, un letto comodo alla francese, una powerbank, un set di benvenuto e una lampada per la notte. Il bagno con doccia si trova a pochi metri nel rifugio dove poter fare colazione, pranzo e cena o un aperitivo con vista panoramica.

Sicuramente è perfetta per le coppie ma anche con gli amici. Io mi sono ammazzata dal ridere nel vivere un’esperienza wild con Deborah. 

Una nota in più che ho apprezzato moltissimo è stato che la location è pet friendly. Tutti gli amici a quattro zampe sono ammessi. La struttura offre persino un kit di benvenuto ai nostri pet e ha persino un menù al rifugio dedicato a loro.

Come arrivare in Valsesia

La Valsesia si presta moltissimo ai viaggi on the road, quindi ottimo per chi come me sceglie sempre l’auto, ma anche bike, moto, van e camper.

La parola a te

Sei mai stato in Valsesia? Ti piacerebbe visitarla? Scrivi nei commenti cosa ne pensi. Unisciti al nostro canale Telegram per essere sempre aggiornato su tutti i viaggi on the road. Ti aspetto sui miei profili social per vedere live tutti i viaggi di Vadomanontorno. Cari lettori noi ci vediamo alla prossima avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto